04
Feb
2012

replica plating

“Adesso lo vedranno, se è sfiga o se sono io che mi ci fisso.” Come ultimo pensiero, davvero, non era un granchè. Fatto poi da un riflesso spiaccicato sull’asfalto, non stava neanche in un bello spettacolo. Non che sia stata una cattiva persona, per intenderci, lei all’inizio neanche ci pisciava nelle docce delle palestre, e se restavano le briciole nel sacchetto del pane le metteva sul balcone per gli uccellini, e quando un bambino la guardava lei gli faceva le smorfie allegre se c’aveva voglia. È che negli ultimi tempi era sceso un certo feddo particolare, con un certo vento particolare, e i confini delle cose lei li trovava un pò cambiati, quasi come che li spostasse il vento, come le dune nel deserto. Per carità, non era di quelli che leggono i poeti maledetti e poi vanno in giro con gli occhi scuri e la sciarpa a mezza faccia. Leggere non è che le piacesse tanto, a dire la verità. O forse era che non c’aveva tempo. O forse era che non c’aveva voglia. Nemmeno le interessava. Come i bambini, i passerotti e le docce della palestra. Non le interessava manco la palestra, per dirla tutta. Non era tra quelli che si scrollavano i problemi di dosso con una spugnata di cordoglio, ma nemmeno tra quelli che con ‘sti meno sei gradi centigradi stanno in piazza in una tenda a dire che l’ingiustizia è ingiusta. Lei lo spirito polemico non ce l’aveva nè per farle le cose, nè per contestarle, ma non che non ci tenesse, o che non ci pensasse; è che di base, lei quando camminava camminava e basta, andava da A a B e spesso se non c’era una direzione obbligatoria per C non ci passava nemmeno col pensiero. Ma questo non faceva di lei una persona cattiva, e a guardare bene forse non faceva di lei nemmeno una persona. Alla fine tutto quello che voleva era un clichè da favola moderna, uno stock di sentimenti chiari e imbalsamati da rotocalco o da soap opera; quelle cose che si dicono nelle canzoni che ascoltano tutti, per intenderci. La sua vita la voleva straordinaria come tante, ed era anche un pò sollevata quando nei forum trovava persone con la sua stessa età e le sue stesse pochezze.
Aveva i capelli ricci ma se li stirava. Erano dei ricci belli però. Vabbè che ora con la piastra li aveva anche sciupati.
Quindi insomma, non è che sia stata questa grande perdita.

VN:R_U [1.9.10_1130]
Valutazione degli autori: 6.0/10 (2 voti espressi)
VN:F [1.9.10_1130]
Gradimento: 0 (su 0 click)
replica plating, 6.0 out of 10 based on 2 ratings

{One Response to “replica plating”}

  1. Lameteora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*