11
Set
2012

Alla notte

Alla notte
Tetto d’un fienile e come paglia  sparsa a terra noi
colpa
il movimento non pensato
né cercato

Fuoco dentro
grattando il fondo dell’essenza sciogliersi
in questo nostro divenire oltre la soglia del taciuto insieme
vicini
nel mentre della nostra fiera esistenza

Vivere
teatrino quotidiano di mercanti e di parole
un ricordare vago
impreciso
essi

dimenticheranno

che sei venuta a ricordarmi il sottostante
il ciò che era al di là del cosa è stato

soltanto bruciando
e nuovamente atterriti
daremo colpa alla notte


sperando
in questa notte


poi nell’alba

VN:R_U [1.9.10_1130]
Valutazione degli autori: 0.0/10 (0 voti espressi)
VN:F [1.9.10_1130]
Gradimento: +3 (su 3 click)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*